fbpx

Acido ialuronico viso: trattamenti e benefici

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Negli ultimi anni si sente molto parlare dei benefici e dei risultati ottenuti usando acido ialuronico. Scopriamo insieme il perchè.

Presentato come un miracoloso elisir della giovinezza, ma quello che forse non tutti sanno è che si tratta di una molecola naturalmente presente nel nostro corpo. Occhi, articolazioni, tessuti connettivi e pelle sono alcune parti dell’organismo in cui la presenza di acido ialuronico è molto rilevante.

Una delle caratteristiche principali di questa molecola è quella di poter incorporare quantità di acqua molto elevate, così da diventare uno strumento indispensabile per l’idratazione dei tessuti del corpo.

Inoltre grazie alle sue diverse proprietà, l’acido ialuronico protegge le cellule dall’incubo dell’invecchiamento e aiuta il corpo a difendersi da alcune patologie articolari.

Acido ialuronico a cosa serve

L’acido ialuronico è uno dei principali elementi strutturali del tessuto connettivo. Si occupa principalmente di creare una sostanza dalla consistenza di un gel in grado di lubrificare le articolazioni.

Tuttavia, la zona del corpo in cui troviamo maggiori quantità di acido ialuronico è decisamente la pelle. Tonicità ed elasticità, morbidezza ed idratazione sono tutti i benefici derivati da questa molecola.

Purtroppo, più gli anni passano e sempre meno acido ialuronico viene naturalmente prodotto dal nostro organismo ed è proprio per questo che è necessario reintegrarlo tramite trattamenti e prodotti appositi. Le rughe sono uno degli effetti più visibili della carenza di questa molecola. Non è un caso infatti che molte creme anti età contengano questa sostanza.

Tra i benefici di questa molecola possiamo indicare:

  • riempe e leviga le rughe in viso;
  • corregge e riequilibra i tratti del viso;
  • riempie le labbra e definisce il contorno;
  • dona elasticità alla pelle più matura;
  • leviga e riempie le cicatrici non troppo profonde;
  • favorisce i processi antinfiammatori;
  • riduce notevolmente i segni delle occhiaie e le borse sotto gli occhi.

La diffusione dell’acido ialuronico

L’acido ialuronico è diventato un alleato sempre più importante nei trattamenti meno invasivi nel campo della medicina estetica. Negli ultimi anni il suo utilizzo si è diffuso notevolmente e questo trend è in costante aumento di anno in anno.

Infatti, dagli anni Settanta in poi, in misura sempre crescente, viene utilizzato per effettuare dei piccoli ritocchi di natura estetica a viso e labbra, per riempire un viso segnato dalle rughe e per donare nuovamente un tocco di elasticità alla pelle. Vediamo in cosa consiste l’acido ialuronico e quali sono le creme e i trattamenti per viso e labbra.

Poiché è sostanzialmente una sostanza prodotta naturalmente dall’organismo, i vari trattamenti possono essere sottoposti indistintamente a donne e uomini, purchè siano sempre stati sottoposti a un consiglio medico che ne dia l’approvazione.

Dal momento in cui ogni tipo di pelle gode di caratteristiche e peculiarità differenti, non esiste un’età specifica in cui cominciare a sottoporsi a trattamenti con acido ialuronico.

I trattamenti a base di acido ialuronico

Nonostante i trattamenti che prevedono l’acido ialuronico non sono invasivi e non prevedono anestesie o controindicazioni rilevanti è sempre importante rivolgersi a centri autorizzati. In questo modo si è sicuri di godere dei benefici dei trattamenti sicuri di non correre rischi di nessun tipo. La decisione migliore da prendere è quella di affidarsi a un medico estetico specialista che, tramite prodotti e strumenti certificati, è in grado di garantire una completa sicurezza nell’esecuzione del trattamento.

Tra i diversi trattamenti per il viso troviamo i filler facciali suddivisi tra riassorbibili e permanenti a seconda della durata. I filler permanenti sono più duraturi. Invece quelli riassorbibili sono piccole iniezioni ad effetto immediato che hanno una durata che varia da un paio di mesi a un anno e mezzo, a seconda delle caratteristiche della pelle del paziente.

La biorivitalizzazione e biostimolazione

Come per i filler, anche i trattamenti di biorivitalizzazione e biostimolazione prevedono l’uso di piccoli aghi che iniettano acido ialuronico e vitamine in zone precise seguendo uno schema reticolato disegnato in precedenza sul viso dal medico specialista. L’obiettivo dei due trattamenti è quello di stimolare il collagene naturalmente prodotto dall’organismo, così da donare tono e idratazione a pelli mature in età avanzata.

Quello della veicolazione transdermica è invece un trattamento in cui non è previsto l’uso di aghi. Vengono impiegate radiofrequenze che agiscono sulle zone in cui viene applicata una sostanza formata da acido ialuronico e Vitamina C con lo scopo di favorire la rigenerazione cutanea e regalare tono e luminosità alla pelle trattata.

Acido ialuronico viso e labbra: creme e trattamenti

Abbiamo visto come l’acido ialuronico sia un elemento presente naturalmente nella pelle e in altre parti del nostro corpo come le articolazioni e il liquido sinoviale. La sua caratteristica più importante è quella di riuscire ad idratarsi grazie ad un elevato numero di molecole d’acqua.

In virtù di questa sua caratteristica è il componente fondamentale di diversi gel e creme utili per l’elasticità della pelle e delle articolazioni. Il decorso del tempo produce una riduzione dell’acido ialuronico nei tessuti e nella pelle con il risultato che quest’ultima tende a perdere tono e freschezza. L’industria cosmetica è intervenuta in questo ambito con la produzione di diverse creme e trattamenti che riguardano nello specifico la cura di viso e labbra.

Trattamento del viso con acido ialuronico: filler e creme

Per quanto riguarda il trattamento del viso con acido ialuronico, i prodotti a disposizione sono diversi. Prima di analizzare le creme è opportuno anche parlare brevemente dei filler a base di questo elemento. Si tratta di un rimedio particolarmente indicato per chi vuole correggere dei piccoli inestetismi della pelle. Soprattutto per le donne che ormai non sono più giovani ma vogliono comunque prendersi cura della propria pelle.

La zona del viso dove maggiormente viene usato il filler è quella del contorno occhi in modo da curare le cosiddette zampe di gallina. Inoltre può essere usato anche per rendere meno visibili piccole cicatrici della pelle come quelle lasciate dall’acne.

Anche se i filler hanno un’azione più duratura, le creme a base di acido ialuronico sono un ottimo rimedio per assicurare una buona idratazione alla pelle del viso, senza però avere un effetto troppo invasivo. Oggi in commercio esistono diversi tipi di creme pertanto è importante verificare con attenzione la composizione per essere certi che siano quanto più possibili adatte al tipo di pelle sulla quale saranno applicate.

Acido ialuronico per il trattamento della labbra

L’altro grande ambito di applicazione dell’acido ialuronico riguarda il trattamento della labbra. Nello specifico esistono due principali tipi di trattamento:

  • filler lip volume: permette di dare volume alle labbra quando queste abbiano perso definizione o si siano assottigliate e riesce dare sostegno al tessuto;
  • filler refresh lip: ha un aspetto maggiormente terapeutico e assicura una maggiore idratazione della pelle.

Bisogna in ogni caso precisare che l’acido ialuronico iniettato nelle labbra, ma anche nella pelle del viso tende a riassorbirsi con il passare del tempo ed ha la sua efficacia da un minimo di 6 mesi ad un massimo di due anni.

I nostri consigli finali

Prima di sottoporsi a qualsiasi tipo di trattamento viso all’acido ialuronico, informare il medico curante della decisione presa, ascoltando con attenzione i suoi consigli. In ogni caso, non essendo trattamenti chirurgici non è necessaria una preparazione specifica o eseguire esami del sangue o delle urine. L’importante è affidarsi sempre a medici estetici specialisti accreditati.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *