fbpx

Piperina e curcuma, proprietà e benefici

piperina e curcuma
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Piperina e curcuma sono due sostanze naturali che favoriscono il risveglio del metabolismo se assunti all’interno di una dieta ipocalorica. In questo articolo spiegheremo quali siano le proprietà ed i benefici di queste sostanze. Scopriamole insieme.

Cosa sono piperina e curcuma

La piperina è contenuta nel pepe nero. Mediante la termogenesi permette la risoluzione dei tessuti adiposi, favorendo il dimagrimento. La curcuma è una sostanza dalle mille proprietà benefiche. Viene assorbita dal corpo se accompagnata da altri alimenti. Nel caso specifico, il mix con la piperina consente un’assorbimento completo della curcumina e quindi delle sue proprietà anti-ossidanti. Vediamo più in dettaglio perchè ultimamente, sono diventate così importanti all’interno di una dieta equilibrata e salutare.

piperina

Proprietà specifiche della piperina

La piperina opera al livello corporeo attraverso la termogenesi, un processo che aiuta a sciogliere le molecole lipidiche. La conseguenza di questo procedimento è il dimagrimento, anche localizzato. Infatti, in concomitanza con altri fattori aiuta anche ad avere un ventre piatto.

Altri benefici che la piperina apporta al metabolismo riguardano la secrezione salivare e l’intero processo gastrico. Essa infatti riesce a migliorare l’assorbimento intestinale di diverse sostanze nutrienti, favorendone anche il transito.

Applicazioni ad uso topico della piperina, secondo studi molto recenti, stimolano la pigmentazione cutanea durante l’esposizione a raggi UVB. Di conseguenza questa sostanza sta diventando popolare anche come aiuto contro la vitiligine, in particolare sotto forma di pomata o crema da applicare localmente.

Nella maggior parte degli integratori alimentari, la piperina, è utilizzata come sostanza che ha un’azione dimagrante, spesso accompagnata da altre sostanze naturali.

Proprietà specifiche della curcuma

La curcuma è molto utilizzata in cucina, possiede infatti una serie di proprietà che apportano diversi benefici. L’estratto di curcuma, per esempio, ha proprietà anti-infiammatorie, anti-ossidanti ed immunostimolanti. Durante l’osservazione del comportamento di questa sostanza a contatto con stati infiammatori, è infatti emerso che abbia la capacità di inibire gli enzimi responsabili dell’infiammazione in corso.

Alcuni studi hanno dimostrato che la curcuma possiede proprietà anti-ossidanti e protettive nei confronti del fegato e di altri organi.

curcuma piperina acquisto

Proprietà di curcuma e piperina insieme

Singolarmente queste due spezie hanno capacità eccezionali che tuttora vengono studiate ed analizzate. Ma piperina e curcuma esprimono al meglio le loro qualità quando lavorano insieme. La presenza della piperina, che abbiamo visto possiede capacità di termogenesi nei confronti delle molecole lipidiche, fa attivare ed assorbire pienamente all’interno dell’organismo anche la curcumina, che riduce gli stati infiammatori e aumenta le capacità dimagranti della piperina.

In alcuni casi le proprietà combinate di entrambe le sostanza possono aiutare a ridurre la ritenzione idrica.

Come assumere piperina e curcuma?

Per un risveglio rapido del metabolismo si può ad esempio consumare un estratto di frutta e verdura di stagione, cui vengono aggiunte quantità limitate di curcuma e piperina. Anche durante i pasti si può scegliere di condire e aumentare il sapore del piatto mediante una combinazione di piperina e curcuma.

In ogni caso si consiglia di utilizzare queste due spezie nell’ambito di una dieta ipocalorica prescritta da un professionista del settore, che sappia equilibrare la dose di nutrienti durante tutte le ore della giornata.
Un’adeguata attività fisica svolta con regolarità e una buona alimentazione sono le basi su cui partire per perdere peso in maniera corretta.

acquista piperina e curcuma

Quali sono le controindicazioni di queste sostanze?

Curcuma e piperina non hanno effetti collaterali a meno che non si soffra di ipersensibilità nei confronti dei principi che li compongono. Se infatti si hanno avuto precedenti episodi allergici o semplici intolleranze nei confronti di queste sostanze, bisognerebbe evitare di introdurle nella propria alimentazione, oltre che consultare uno specialista. Le reazioni allergiche che comunemente interessano i soggetti più sensibili possono essere semplici sfoghi cutanei, con arrossamenti localizzati, oppure una maggiore movimentazione dell’intestino.

Nel caso in cui non si accusa nessuna sensibilità particolare, queste sostanze sono consigliate per aiutare a svegliare il proprio metabolismo ricordandosi di curare l’alimentazione e l’attività fisica.

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *